NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

Visualizza articoli per autore: Lucio Ficara

Da un lato ci sono le dichiarazioni del Ministro fatte in più sedi. Ma dall'altro non bisogna dimenticare che diverse norme di legge approvate nel corso del 2013 mettono in discussione non pochi istituti contrattuali già in vigore.

Lo dichiara nel corso di una intervista ai "Cuccioli" delle Iene. E parla anche del valore della continuità didattica che spesso però non viene rispettata.
Il mancato accordo fra Stato e Regioni pone non pochi problemi. Ci saranno sempre molte scuole affidate in reggenza e i mancati risparmi dovranno in qualche modo essere "pagati" dal Miur.
Secondo la responsabile scuola di Forza Italia, l'età media dei professori sarebbe troppo alta a causa di un modello di reclutamento vetusto che ha fatto il suo tempo. Ma forse le cose non stanno proprio così
In attesa di capire se Mef Conferenza Stato-Regioni troveranno un accordo in materia di dimensionamento resta il fatto che, per ora, c'è una norma contrattuale che dovrebbe salvaguardare i Dsga delle scuole dimensionate.
E' vero che moti docenti si oppongono all'uso delle "prove Invalsi" ma questo non significa necessariamente che essi siano contrari alla valutazione della scuola e degli stessi docenti.
Lo mette in evidenza una recente inchiesta dell'Espresso. Molte le scuole di eccellenza anche nel sud dell'Italia. Spesso i fondi europei consentono interventi importanti e signficativi.
Apparentemente sembrano sinonimi, ma secondo l'articolato contrattuale ci sono alcune differenze signficative.
L'operazione dovrebbe servire a salvaguardare la continuità e a limitare le posizioni di soprannumero. Ma non mancano i dubbi.
I "tutor" (ma il Ministro preferisce usare il termine "mentor") dovranno provenire dal mondo dell'impresa e aiutare ciascuno studente a scegliere il percorso formativo più adatto alle proprie capacità e inclinazioni.

Archivio-storico 300