NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

La svolta del terzo millennio

6 una-nuova-era fascia

INDIETROMENU AVANTI

1998. Daniela Girgenti alla direzione del giornale e il debutto del sito web

6 torta50 ok

 
Daniela Girgenti, Maria Sardella, Gabriella Girgenti e Sebastiano Calogero durante la festa dei 50 anni della Tecnica

 

Abbiamo già parlato in una precedente “scheda” di questa storia dell’attività de “La Tecnica della Scuola” dell’idea che Venero Girgenti aveva da tempo: un quotidiano scolastico, che adesso poteva essere realizzato grazie alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie, attraverso il web.

In quasi un anno di lavoro, viene progettato e realizzato un sito internet nel quale offire nuovi servizi che si propongono il medesimo obiettivo che ha sempre ispirato la linea editoriale della testata: informare gli operatori scolastici in modo preciso e puntuale sugli avvenimenti e le novità del mondo della scuola.

Il 1° settembre del 1998, debutta www.tecnicadellascuola.it, che propone anche una Banca dati normativa che consente di consultare e stampare le norme in vigore nel nostro Paese relative al settore scolastico dai primi del Novecento ai nostri giorni.

Ma Venero Girgenti non arriva a vedere il sito perché muore, qualche settimana prima, l’8 agosto del 1998. Alla direzione del quindicinale “La Tecnica della Scuola” gli succede la figlia Daniela, che dirigerà anche la testata on line. Sebastiano Calogero diventa condirettore del quindicinale cartaceo per mettere a frutto ancora più proficuamente la sua esperienza di esperto nazionale di legislazione scolastica.

Il 10 maggio 1999 la “Tecnica” compie 50 anni e per l’occasione, alla presenza di un folto pubblico nella cornice del cortile barocco del Convitto nazionale “Mario Cutelli” di Catania, viene consegnato alla vedova Maria Sardella, il diploma di Benemerito - Medaglia d’oro della scuola, della cultura e dell’arte alla memoria di Venero Girgenti.

Nella scuola gli Anni Novanta sono caratterizzati da grandi cambiamenti: con la legge n. 148 del 5 giugno 1990 viene riformato l’ordinamento della scuola elementare, apportando innovazioni di rilievo in questo settore dell’istruzione, come l’introduzione di tre docenti che ruotano su due classi, la scomparsa della figura del maestro unico, e l’insegnamento curricolare di una lingua straniera; nel 1992 entra in vigore una legge di grande civiltà, all’avanguardia nel panorama internazionale, la legge n. 104 del 5 febbraio riguardante l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone disabili; nel 1994 viene approvato con il decreto legislativo n. 297 del 16 aprile il Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado, suddiviso in cinque parti, che ingloba e riorganizza la normativa precedente relativa ai Decreti delegati; l’a.s. 1994/1995 sancisce l’abolizione degli esami di riparazione nelle scuole superiori, l’introduzione dei debiti formativi e degli interventi didattici ed educativi; da segnalare, inoltre, la legge n. 59 del 15 marzo 1997 che attribuisce alle scuole la personalità giuridica ed introduce l’autonomia funzionale, consentendo agli istituti margini ampi di progettualità, pur nel rispetto dei traguardi formativi stabiliti a livello nazionale, ma nel contempo grava di responsabilità le singole istituzioni scolastiche (nel 1999 viene pubblicato con il D.P.R. n. 275 dell’8 marzo il Regolamento dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, che all’articolo 3 introduce il Pof - Piano dell’offerta formativa e con gli artt. 4, 5 e 6 definisce i termini e le modalità dell’autonomia didattica,  organizzativa, di ricerca, sperimentazione e sviluppo); da ricordare tra i provvedimenti più incisivi anche la riforma degli esami di Stato (dall’a.s. 1998/1999, tre prove scritte e un colloquio, il punteggio da sessantesimi passa a centesimi - viene introdotto il “credito formativo” - e la commissione d’esame è composta da metà membri esterni e metà interni, con il presidente esterno), e l’elevamento dell’obbligo scolastico a 15 anni di età.

 

6 foto-50mo

Maggio 1999: alcuni momenti dell'incontro tenutosi presso il convitto Cutelli di Catania per i 50 anni della testata. Durante l'incontro l'allora Direttore generale della scuola elementare del Ministero della Pubblica Istruzione dott. Carmelo Maniaci consegna la medaglia d'oro alla moglie dello scomparso Venero Girgenti, sig.ra Maria Sardella. Nelle foto con Daniela e Gabriella Girgenti, il provveditore Gaetano Ragunì, il provveditore Vito Cardella, il dott. Carmelo Maniaci, il prof. Salvatore Camilleri, il dott. Elio Calabresi, il prof. Sebastiano Calogero, il prof. Giuseppe Adernò.