NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.

Blog Lucio Ficara

La card docente è servita in coincidenza con il voto referendario

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Stampa

A pensare male si fa peccato, ma molto spesso ci si azzecca! La citazione di un famoso aforisma attribuito a Giulio Andreotti, calza a pennello sulla questione del bonus dei 500 euro assegnato ai docenti di ruolo. Infatti per l’attribuzione di tale bonus, il Miur ha previsto l’attivazione di una carta elettronica e l’inizio del suo reale funzionamento per gli acquisti dal 1° dicembre 2016.

Tempismo perfetto!! La card docente sembra essere stata sincronizzata con la vigilia del voto del referendum costituzionale del 4 dicembre.

Una semplice coincidenza temporale, oppure il tentativo di recuperare la benevolenza dei 740 mila docenti di ruolo della scuola pubblica italiana?

Il Miur ha ufficializzato che sarà possibile spendere i 500 euro a partire dall’attivazione della Carta, e che tale attivazione al momento non è disponibile ma si potrà effettuare a partire dalla seconda metà di novembre ed entro il 30 novembre sul sito  www.cartadeldocente.istruzione.it .

Una manovra fatta di tutta fretta, quando ancora il sito per l’attivazione della card non è ancora attivo, in modo da dare la disponibilità della card del docente prima del voto referendario del prossimo 4 dicembre.

Il vantaggio non sarà solo per i docenti di ruolo, che sono, come suddetto, 740mila, ma anche per gli esercenti ed enti accreditati a vendere i beni e i servizi che rientrano nelle categorie previste dalla norma.

Una domanda sorge spontanea: “Perché la card non è stata attivata il 1° di settembre 2016 come sarebbe dovuto essere per legge?” e poi: “Perché attendere fino al 1° di dicembre 2016?”.

La risposta che in molti si stanno dando è semplice e lineare: “il bonus del merito per l’anno 2016/2017 sarebbe dovuto essere erogato già il 1°settembre 2016, ma poi sono sorti problemi sulla contabilità della rendicontazione del bonus 2015/2016, che è legata al caricamento della card da attivare per il corrente anno scolastico. In buona sostanza un’attivazione in ottobre o in novembre, avrebbe creato alcuni problemi e tante delusioni tra gli insegnanti prime del voto del voto, invece un’attivazione proprio a ridosso del voto darà l’illusione di avere ricevuto la card, ma non ci sarà il tempo materiale per accorgersi delle possibili controindicazioni che la card rischia di creare ai suoi utenti”.

Non ci resta che affermare: “A pensare male si fa peccato, ma molto spesso ci si azzecca!”.

in Uncategorized Visite: 14893
Docente di matematica e fisica nei licei scientifici, presidente Proteo Fare Sapere per la provincia di Reggio Calabria e presidente direttivo regionale della Calabria della Flc-Cgil, studioso di legislazione scolastica e del contratto di lavoro del personale scolastico.