NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.

Blog Nicola Bruni

La bella figura dell'Italia al G7 di Taormina

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Stampa

    Sono contento per la bellissima figura che l'Italia ha fatto di fronte al mondo con l'organizzazione del G7 di Taormina, del 26-27 maggio, a prescindere dai risultati deludenti di questo incontro tra i leader di sette tra i Paesi più ricchi del pianeta.

    Sì, tra i Paesi più ricchi del mondo è annoverata anche l'Italia, nonostante abbia un gran numero di poveri tra i suoi cittadini - per l'iniqua distribuzione della ricchezza interna -, così come ce l'hanno - e in condizioni peggiori riguardo all'assistenza sanitaria  - gli Stati Uniti d'America.

    Innanzi tutto, noi Italiani, questa volta siamo stati rappresentati da una persona seria, competente, diplomatica e impeccabile nei suoi comportamenti, sulla quale nessuno ha potuto potuto fare ironie, canzonature o sberleffi. A differenza dell'amico popolo statunitense, costretto in larga maggioranza a vergognarsi di aver mandato come suo portavoce un "boss" ingombrante, arrogante, ignorante e gaffeur, che è lo zimbello dei social-media.

    L'Italia ha dimostrato efficienza organizzativa, capacità di garantire la sicurezza in un periodo di forte allarme per gli attacchi terroristici, capacità di prevenire e impedire i disordini e i tumulti scatenati in precedenti analoghe occasioni da brigate internazionali di "black-block". I nostri servizi segreti e le nostre forze dell'ordine sono apparsi, in questa circostanza, come un modello da imitare.

    Con la perfetta esibizione acrobatica degli aerei delle Frecce Tricolori, l'Italia ha sfoggiato una delle sue eccellenze in campo tecnologico. Con il concerto dell'Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala, ha messo in campo l'eccellenza della sua produzione melodica, nella cornice di incomparabile bellezza del Teatro Greco di Taormina affacciato sul mare. Nelle colazioni di lavoro e, ancor più, nella cena di gala offerta agli ospiti dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella (al quale Trump ha riconosciuto una "ottima reputazione" internazionale), la Sicilia ha fatto assaggiare i profumi e i sapori delle sue preziosità gastronomiche.

    Anche il clima temperato e le buone condizioni meteorologiche hanno fornito un importante contributo al successo dell'evento, che dovrebbe dare un nuovo forte impulso ai flussi turistici verso l'Italia.

*

    Nella foto, il concerto dell'Orchestra del Teatro alla Scala per il G7 nel Teatro Greco di Taormina.

in Uncategorized Visite: 804
Romano, sposato, padre di due figli, nonno di due nipoti, giornalista e scrittore, curatore del giornale online Belsito con vista, già insegnante di lettere. E’ autore del libro "Ad cathedram - Spirito e materie", edito da La Tecnica della Scuola