NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.

Blog Aluisi Tosolini

  Da più parti, negli ultimi anni, si è criticata la scuola italiana ed europea accusandola di essersi svenduta al mercato per aver messo al centro della sua azione le competenze. In genere i critici aggiungono, dall’alto del loro “competente” sapere, un’annotazione riferita al fatto che competenza sarebbe la traduzione educativa del competere, ovvero della competizione che è il cuore del sistema tardo liberistico. Fosse così avrebbero, a mio parere, decisamente ragione. E avrebbe ragione, ad esempio, Alain Goussot che oggi, nel suo ultimo intervento per Comune-Info, scrive che la riforma della scuola “è funzionale alla logica dell’economia di mercato e...
Continua a leggere
in Uncategorized 3410
  Il dibattito sul disegno di legge presentato dal governo in questi giorni sta prendendo una piega davvero particolare ed inquietante almeno su un punto, quello che riguarda la figura del dirigente scolastico. Ovviamente è legittimo e doveroso esprimere le proprie critiche all’impostazione renziana ma non credo sia né corretto né giusto farlo usando argomenti bislacchi, a volte ingiuriosi, e che certo possono rovesciarsi addosso a chi li usa.   Il buon vecchio Bacone   Il filosofo Francesco Bacone è famoso per la sua teoria degli idola. Secondo Bacone, infatti, prima di iniziare un discorso – ed un discorso scientifico in...
Continua a leggere
in Uncategorized 4747
  Atto 1583, presentato al Senato della Repubblica il 2 agosto 2014. Si tratta, come certo i lettori sapranno, della Legge di Iniziativa Popolare sulla scuola (Norme generali sul sistema educativo d’istruzione statale nella scuola di base e nella scuola superiore. Definizione dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di nidi d’infanzia) di cui molto si discute in questo periodo. Del resto la LIP viene presentata dai suoi fautori proprio come la vera “buona scuola” in opposizione a quella di Renzi (http://lipscuola.it/). Le discussioni si sono fatte più accese in particolare da quando la FLC-CGIL, per bocca del suo segretario nazionale...
Continua a leggere
in Uncategorized 3559
  Qualche giorno fa (e prontamente La tecnica della scuola ne ha dato notizia) il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha sostenuto, nel corso del seminario "Promuovere e governare l'integrazione", la necessità di istituire la nuova classe di concorso di Italiano Lingua 2. A prima vista potrebbe apparire un’ottima idea. Qualcuno perfino avrà detto: finalmente! Personalmente sono in disaccordo. E cercherò di spiegare perché in queste poche righe.   1. la via italiana all’intercultura Nel documento ministeriale del 2007 (La via italiana per la scuola interculturale e l’integrazione degli alunni stranieri. Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri e per l’educazione interculturale)...
Continua a leggere
in Uncategorized 3741
E’ passato un mese dal 7 gennaio. Il giorno in cui la Francia è stata sconvolta dall’attacco dei terroristi islamici al giornale satirico Charlie Hebdo dove sono stati trucidati 8 giornalisti. Immediata e fortissima la reazione da parte del mondo occidentale (così forte, tuttavia, da essersi quasi spenta in un solo mese). Nello stesso giorno, il 7 gennaio, in Francia, avrebbe dovuto essere presentato anche l’ultimo e controverso romanzo di Michel Houellebecq intitolato, emblematicamente, Soumission. In Italia il volume è uscito il 15 gennaio per i tipi di Bompiani ma, forse anche a motivo dei fatti di Parigi, mi pare se...
Continua a leggere
in Uncategorized 3015
In questi giorni (21-24 gennaio) si sta svolgendo a Londra ExCel uno dei più importanti momenti di incontro internazionale sulle tecnologie dell'apprendimento (www.bettshow.com). Una fiera ricchissima di espositori (oltre 700 e tra questi - sarà un caso? - solo 4 italiani) e che prevede centinaia di seminari, incontri, presentazioni di best practises, studi di caso. Alla Bett arena sono passati i vice presidenti di Apple e Microsoft responsabili per il settore educational, ma anche Marc Prensky (il padre del termine digital native) che ha tenuto una illuminata prolusione sulle sfide dell'educazione nella società contemporanea. Sono qui grazie ad un progetto Erasmus+...
Continua a leggere
in Uncategorized 2525
In questi giorni ho letto con attenzione le 70 pagine dell’ampio documento che presenta il risultati della consultazione sulla Buona Scuola. Moltissimi sono gli aspetti che meritano una analisi attenta e una altrettanto attenta riflessione. Ma, come ben si sa, ognuno guarda ai documenti a partire dai propri interessi specifici, dai propri punti di vista, dagli ambiti in cui è impegnato. E così ho provato a fare io, iniziando dal tema della didattica. Parola che nel documento si ritrova in ben 12 pagine, anche se alcune ricorrenze non hanno particolare connessione con la didattica intesa come metodo (e men che...
Continua a leggere
in Uncategorized 3036
Da decenni, ormai, ogni dicembre ci porta la polemica “presepio si / presepio no”. Polemica che, se si affrontata nella sua riduttività binaria (SI/NO), è assolutamente sterile e inutile, se non anche portatrice di scontri violenti e conflitti. La questione, infatti, va inquadrata in un altro modo, cambiando ottica. Alcuni anni fa il filosofo ebreo Avishai Margalit pubblicò un testo intitolato La società decente (Milano, 1998) nel quale sosteneva che la ripartizione classica della cittadinanza in tre dimensioni – legale, politica, sociale - stabilita oltre mezzo secolo fa dallo studioso inglese Thomas Marshall, non era più sufficiente. Margalit sostiene così che la...
Continua a leggere
in Uncategorized 2192
Non c'è molto da dire. Basta andare a leggere l'intervento del sottosegretario al Ministero dell'Istruzione Davide Faraone pubblicato oggi dal quotidiano La Stampa e già presentato anche dal nostro sito L'occupazione è una forma di lotta all'apatia, dice il sottosegretario: "Non basta il suono di una campanella per fermare l’energia che si crea, cresce e muove in una scuola per poi contagiare il mondo fuori. Ho partecipato anche io ad occupazioni ed autogestioni scolastiche. Esperienze di grande partecipazione democratica che ricordo con piacere". Anche io ricordo con piacere le occupazioni (...altrui.... io stavo in luoghi in cui occupare era proprio impensabile....pur trattandosi...
Continua a leggere
in Uncategorized 3218
    Ho partecipato, oggi, ad una interessantissima, e molto partecipata, assemblea di alcune classi dell’Istituto Professionale Guido Galli di Bergamo. L’occasione è stata la giornata, promossa a livello nazionale da Confcommercio, sul tema della legalità: “Legalità mi piace”. A Roma il presidente Sangalli, alla presenza del ministro degli interni, ha presentato gli esiti di un’indagine, svolta in collaborazione con Eurisko, che analizza come sono cambiati i fenomeni criminali con la crisi e ne dà una lettura aggiornata su scala nazionale. E’ a partire da questi dati, che evidenziano come la recessione che non abbia risparmiato nessun settore e nessun territorio...
Continua a leggere
in Uncategorized 2150
  Era il 20 novembre  1989: l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approvò  la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il trattato sui diritti umani maggiormente ratificato nella storia, con 194 Stati aderenti. Le Nazioni Unite, e in particolare l’Unicef, ricordano in questi giorni il cammino compiuto in un quarto di secolo di lotta per i diritti dei bambini. E lo fanno con interessante ed utilissimo dossier disponibile anche in lingua italiana   La povertà e la guerra Far festa e celebrare l’avvenimento è giusto. Senza tuttavia dimenticare quanto scrive proprio oggi su Il Fatto uno dei più attenti giornalisti italiani, Maurizio Chierici:...
Continua a leggere
in Uncategorized 2449
Grande (e un po’ ironico) allarme, oggi, tra alcuni docenti di matematica. “Sicuramente chi l'ha progettata è un genio – mi scrive una insegnante – e farà una barca di soldi. Per noi, ovviamente è una grana in più! Come si fa a spronare gli alunni a studiare e fare esercizi se tanto c'è una app che fa al posto loro??” Di cosa si parla? Non lo sapete? Ma come!!! Di photomath, ovviamente. Una app per smartphone che è in grado di risolvere problemi di matematica “fotografando” il testo dell’espressione e/o dell’esercizio. E, da vera e ottima scolara, questa Smart camera...
Continua a leggere
in Uncategorized 2990
Filosofo e pedagogista pone al centro dei suoi interessi l’interazione tra linguaggi digitali, processi educativi e dimensione globale della formazione. Dirigente scolastico, ha insegnato all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e all’Università di Parma.