NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.

Blog Tecnica della scuola

Grandi menti illuminate, teorici del federalismo , del decentramento dei poteri e dell’autonomia, ci avevano spiegato che con la legge Bassanini del 1997 e le sue deleghe, l’Italia avrebbe risolto buona parte dei suoi problemi. Semplificazione delle procedure amministrative, federalismo amministrativo, regime delle autonomie funzionali, compresa quella scolastica, sarebbero stati i paradigmi  e gli archetipi di un nuovo modello vincente di funzionamento della macchina amministrativa. È sotto gli occhi di tutti, e solo chi non vuole vedere potrebbe sostenere il contrario, che questo novo modello di società, basato sul trasferimento di alcuni poteri centrali verso gli enti locali (regioni, province e...
Continua a leggere
in Uncategorized 3066
Ha portato la scuola che dirige da soli cinque anni, da 1200 alunni agli attuali 2300 iscritti, distribuiti  in 88 classi situate in quattro eccellenti plessi, ricchi di laboratori, lavagne interattive che consentono una didattica moderna e laboratoriale. La scuola di cui stiamo parlando,  è il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, e la sua dirigente scolastica è la Prof.ssa Giuseppina Princi. La Ds del da Vinci, non solo è riuscita a raddoppiare il numero di iscritti, raddoppiando anche i posti di lavoro di quella che a me piace definire “cittadella del sapere scientifico” e della cultura più in...
Continua a leggere
in Uncategorized 3634
La “capacità di godere con poco”, accontentandosi di una vita sobria, è il segreto della felicità che Papa Francesco indica nell’enciclica “Laudato si’ ” agli uomini e alle donne del nostro tempo. Come alternativa al consumismo ossessivo che lascia il “cuore vuoto” a chi cerca di riempirlo con “oggetti da comperare, possedere e consumare”. E come virtù da coltivare nell’ambito di una conversione educativa della persona tendente al recupero dei “diversi livelli dell’equilibrio ecologico: quello interiore con se stessi, quello solidale con gli altri, quello naturale con tutti gli esseri viventi, quello spirituale con Dio”.   Al centro dell’enciclica, ispirata al...
Continua a leggere
in Uncategorized 5098
È indubbio che la nuova legge sulla scuola, che, nelle prossime ore, sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale, consegni nelle mani dei dirigenti scolastici, e al loro libero arbitrio, enormi poteri discrezionali. A quali poteri  ci stiamo riferendo? Per esempio al potere assegnato al Ds di “scegliersi” il “Suo” staff di direzione, fino ad un numero di docenti pari al 10% del Collegio, di “scegliersi” alcuni docenti, per quanto riguarda l’organico potenziato, selezionandoli dagli albi territoriali tra docenti che devono essere immessi in ruolo e che chiedono la mobilità e il potere conferito di fatto al dirigente scolastico, di presiedere anche il...
Continua a leggere
in Uncategorized 10134
È passata l’idea che la riforma di Renzi abbia “finalmente” introdotto il merito e la valutazione dei docenti. Il messaggio che sia iniziata una “svolta epocale” è stato recepito dall’opinione pubblica, grazie al fatto che giornali e telegiornali fanno informazione riprendendo i comunicati stampa di fonte governativa confezionati ad arte. Così si crede che i docenti saranno distinti in “meritevoli”, da premiare, e “non meritevoli”, da castigare, con meno soldi e magari col licenziamento, e che nel Comitato di valutazione genitori e studenti avranno voce in capitolo. Invece quella del merito è l’ennesima incredibile panzana. Vediamo di chiarire i vari aspetti....
Continua a leggere
in Uncategorized 9582
Negli ultimi mesi, le strade e le piazze di tutt’Italia hanno fatto da sfondo ad una straordinaria mobilitazione dei lavoratori della scuola, quella contro il DDL di riforma a firma Renzi. Niente è servito, e, ignorando le voci del Paese reale, le proteste dei governati ai governanti, con il voto favorevole alla Camera del 9 luglio scorso per il via libera definitivo, il Governo ha imposto l’approvazione di una legge che sancisce la fine della scuola pubblica per tutti. Anche se la protesta non si fermerà –come ribadiscono i gruppi di lotta whats app -e dalle piazze si sposterà nelle aule...
Continua a leggere
in Uncategorized 3185
Si stanno ovunque chiudendo, in questi giorni, gli esami di stato 2014/15. E, come ogni anno, ci si trova a chiedere il senso di questo “rito”. Provo anche io, andando per rapidi punti, a segnalare alcuni degli elementi che reputo di particolare importanza.     a) Indicazioni nazionali 2010 ed esami di stato: un evidente gap E’ giunto questo anno a conclusione il primo ciclo quinquennale della riforma Gelmini del 2010. Riforma che, soprattutto per gli istituti tecnici e professionali, ha decisamente sottolineato l’urgenza di una didattica per competenze legata a compiti concreti, a problemi reali su cui applicare le conoscenze...
Continua a leggere
in Uncategorized 3881
La scuola sembra essere figlia di un “Dio” minore o addirittura, è l’opinione di tantissimi docenti, un comparto senza un “Dio”, dove, gli insegnanti, a fronte di un lavoro imponente e molto complesso, hanno retribuzioni bassissime e un ruolo sociale inesistente. Il contratto collettivo nazionale della scuola è scaduto dal 2009 ed oggi è ridotto a carta straccia per via di una continua destrutturazione attuata per via legislativa. Abbiamo assistito ad abrogazioni di parti consistenti del contratto e del Testo unico della scuola, e con la prossima riforma Giannini, chiamata impropriamente della buona scuola, verranno soppressi anche i contratti integrativi d’Istituto...
Continua a leggere
in Uncategorized 3178
  Chi finirà nei famigerati "ambiti territoriali"? I docenti se lo stanno chiedendo ormai con crescente apprensione. Il comma 72 del maxiemendamento votato al Senato ci dice che vi finiranno i docenti del secondo contingente di assunzioni per l'a.s. 2015-2016, destinati al cosiddetto "organico aggiuntivo" ("Il personale docente assunto ai sensi del comma 97, lettere b) e c), è assegnato agli ambiti territoriali a decorrere dall'anno scolastico 2016/2017"); i docenti che risulteranno soprannumerari nell'a.s. 2016-17 ("Il personale docente in esubero o soprannumerario nell'anno scolastico 2016/2017 è assegnato agli ambiti territoriali") e i docenti che, nello stesso anno, chiederanno trasferimento ("Dall'anno scolastico 2016/2017 la mobilità territoriale...
Continua a leggere
in Uncategorized 16609
Se passasse il ddl scuola, e magari anche con il ricattatorio voto di fiducia chiesto al Senato, ci troveremmo davanti a un atto vessatorio fatto ai danni di tutti gli insegnanti italiani. Sarebbe un’onta che gli insegnanti non dimenticheranno mai, un tale disonore da segnare profondamente le distanze politiche tra chi ha un’idea di scuola altamente formativa e democratica, e chi invece pensa la scuola come un’azienda che deve produrre macchine umane da lavoro e profitti per il libero mercato. Sta di fatto che con questo ddl scuola, gli insegnanti da dipendenti di Stato passeranno ad essere dipendenti del proprio dirigente...
Continua a leggere
in Uncategorized 6213
“Avanti tutta” è il suo motto. Non importa se la scuola andrà meglio o peggio. Non importa se a settembre sarà caos. Renzi vuole spostare un’altra pallina del suo pallottoliere e salvare la faccia che ha voluto metterci a tutti i costi, facendo anche il ministro dell’istruzione. È molto probabile che sul ddl in discussione al Senato si arrivi a porre la fiducia. Dietro c’è un preciso calcolo politico, una tattica studiata allo scacchiere. Certamente non si era mai vista una riforma così contrastata su un tema generale e complesso portata avanti in modo così forzato. Tanto che il coordinatore Di...
Continua a leggere
in Uncategorized 5259
Se le 100 mila assunzioni dovessero saltare, a chi bisognerebbe addossare la responsabilità di questo fallimento? La risposta è una sola! A darla è, all’unanimità, tutto il mondo della scuola. È Renzi l’unico e vero responsabile del rinvio di queste 100 mila assunzioni. I precari delle GAE sono letteralmente inferociti contro il Presidente del Consiglio, che sta giocando, senza scrupoli di coscienza, con la vita professionale dei precari che devono essere regolarizzati dopo tantissimi anni che insegnano nelle scuole pubbliche. Ma cosa ha detto Renzi per fare arrabbiare così tanto gli insegnanti precari? Durante la trasmissione “Porta a porta” si è...
Continua a leggere
in Uncategorized 3325
Un brutto giorno del 1938 gli italiani “doc”, tra i quali i miei nonni e i miei genitori, scoprirono di appartenere alla superiore “razza ariana”, mentre altri italiani con un diverso “pedigree” dovettero subire esclusioni, discriminazioni, umiliazioni, deportazioni e perfino i campi di sterminio nazisti, a motivo della loro presunta appartenenza a razze inferiori, impure e malefiche. Lo aveva sancito una legge voluta da Mussolini a imitazione della Germania nazista, e controfirmata dal re Vittorio Emanuele III.  Era il Pensiero Unico Dominante di allora, teorizzato da presunti scienziati, condiviso da molti e accettato passivamente dai più. Poi, mia madre mi raccontò...
Continua a leggere
in Uncategorized 6531
Aveva esordito con la smargiassata che lo sciopero della scuola “fa ridere”, ma adesso ha ben poco da ridere. Non è andata bene questa tornata elettorale per Matteo Renzi. Impossibile bluffare, arduo minimizzare. La carica del rottamatore si è esaurita, e la verve del comunicatore è affievolita. Una riforma della scuola con numeri risicati o rosicati sarebbe un suicidio politico e un danno per il Paese.   Le ultime elezioni regionali e comunali questo ci dicono: due milioni di voti in meno al PD, una batosta nel Veneto, persa la Liguria, nei guai la Campania, persi molti comuni capoluogo, metà degli...
Continua a leggere
in Uncategorized 5197
Forse non tutti sanno che esistono, sin dal 2012, un partito politico e poi un’associazione finalizzati alla promozione della cultura medioevale, al ritorno al sistema politico e sociale del feudalesimo come modello da contrapporre ad una modernità “generatrice di decadimento, ingiustizia e povertà”: l’idea è quella di restituire valore al popolo europeo svilito dall’ ”oppio della democrazia” e dalla mancanza di una “Guida Forte et Provvidente” . Parliamo di FEL, Feudalesimo e Libertà, una community che- come dichiarano gli stessi fondatori sul sito internet dell’associazione- vanta come caratteristica “quella di aver creato un Mondo parallelo, in cui governa Lo Imperatore (per gli...
Continua a leggere
in Uncategorized 4341
Con riferimento al dibattito su Valutazione, mediocrità e selezione dei docenti rispondo punto per punto alla lettera del collega Massimo Scalas pubblicata il 12/6/2015 sul blog di Beppe Severgnini sul Corriere della Sera. È vero, come scrive il collega Scalas, che siamo in fondo alle statistiche internazionali per le competenze raggiunte dai nostri studenti. Mediamente però. Infatti i dati Ocse 2012 ci dicono che alcune regioni sono di molti punti percentuali sopra la media Ocse. Quindi una buona scuola, addirittura eccellente, esiste già. Il rapporto Ocse 2014 evidenzia inoltre che recentemente ci i sono stati segni importanti di miglioramento. Siamo in...
Continua a leggere
in Uncategorized 4247
Renzi ha dichiarato qualche giorno fa che "sulla scuola siamo pronti a ragionare". Il che dovrebbe voler dire implicitamente che in tutti questi mesi di putiferio sociale e parlamentare scatenato dalla sua "buona scuola", egli ha fatto altro. Ma, non si dovrebbe ragionare prima di fare le cose? C'è un momento forse topico in cui si chiarisce che rapporto ci sia fra pensiero e azione in chi sta guidando il nostro Paese, ed è quando ha deciso di salire direttamente "in cattedra" per spiegare agli Italiani la sua riforma. E lo ha fatto con tanto di vecchia lavagna nera e gessetto...
Continua a leggere
in Uncategorized 4148
Il Medioevo fu davvero un periodo “buio”, di barbarie e violenza selvaggia? Non date credito allo stereotipo diffuso nel ’700 dagli Illuministi francesi, i quali oscurarono con un pregiudizio un millennio di civiltà europea (dal 476 al 1492), per la non illuminata ragione che esso ebbe un’impronta cristiana, e la Chiesa cattolica vi svolse un ruolo da protagonista, tra l’altro fondando, accanto a meravigliose cattedrali, i primi ospedali e le prime università, e salvando dalla distruzione la letteratura classica greca e latina. Il millennio di Benedetto da Norcia e Francesco d’Assisi, di Carlo Magno e Federico II, dei monasteri e dei...
Continua a leggere
in Uncategorized 2029
Il DDL scuola sta scontentando proprio tutti e sta creando molte contrapposizioni. I precari della scuola che non sono inseriti nelle GAE, ma che sono abilitati con i PAS e i TFA, e sono inseriti nella II fascia delle gradutorie d'Istituto, premono per entrare in ruolo insieme ai precari delle GAE, che invece rivendicano la  piena titolarità delle 100 mila assunzioni. Poi ci sono i vincitori del concorso ordinario 2012 e gli idonei dello stesso, che rivendicano il 50% delle 100 mila assunzioni. Ma come se non bastasse ci sono i precari delle GAE che temono gli effetti devastanti di una...
Continua a leggere
in Uncategorized 5330
La senatrice Francesca Puglisi cerca di fare intendere agli insegnanti, che questa storia della chiamata diretta dei docenti da parte dei dirigenti scolastici è un grande fraintendimento. Infatti la Puglisi, rispondendo al leader della Cgil Susanna Camusso, sostiene che “il ddl la buona scuola non prevede la chiamata diretta. Gli insegnanti sono assunti a tempo indeterminato dallo Stato. Non c'è quindi alcun profilo di incostituzionalità”. La senatrice del partito renziano dimentica di dire che la contestazione, che le viene mossa dal mondo della scuola, è riferita al fatto di non consentire ad un docente, che occupa per merito la prima o...
Continua a leggere
in Uncategorized 4484