NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

Visualizza articoli per autore: Pasquale Almirante

Wired.it riporta un'analisi relativa alle richieste di spostamento dei docenti delle graduatorie a esaurimento, che chiedono il passaggio in altra provincia. E secondo questa verifica la regione più richiesta sarebbe la Toscana che supera Lombardia, Lazio e Piemonte. I siciliani i più disposti a trasferirsi

Lo ribadisce l'A.Ge. (Associazione italiana genitori), alla notizia dell'incontro tra il ministro dell'istruzione Stefania Giannini e un gruppo di associazioni Lgbt, venerdì scorso, al ministero dedicato a ''Come dare seguito nei prossimi mesi alla Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni'' nei confronti delle diversità, con particolare riguardo al tema dell'omofobia

''Circolano sui media ricostruzioni tendenziose e a tratti false sulla riforma della scuola che ho attuato e che entra a regime da settembre".
Così in una nota Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera e promotrice del riordino "epocale" della scuola

All'università Bicocca di Milano 
le "pagelle" ai prof vanno online. I voti degli studenti per puntualità, capacità didattica, organizzazione

"Se la mia scuola prendesse fuoco con tutti quelli che ci sono dentro, l'umanità intera ne trarrebbe beneficio"

In classe solo chi è in grado di insegnare. Elena Centemero, responsabile scuola di Forza Italia, ha presentato ieri alla Camera il progetto del suo partito per la scuola e che consegnerà alla ministra Giannini

Salari in ritardo cronico e futuro incerto. E 500 precari della scuola sarebbero pronti a impugnare ramazza e straccio da bidello

Si chiama Sandra Lo Schiavo, 56 anni, ed è docente di Chimica generale e inorganica nel coso di Biologia Marina dell'Università di Messina. Alcuni studenti costretti a ripetere l'esame anche 43 volte, ma può essere una leggenda metropolitana

Una bella domanda che pone Il Sole 24 Ore, considerando che a scuola si entra tardi in ruolo, non si è praticamente licenziabili, non si fa carriera, gli stipendi sono bassi, il lavoro è stressante, i prof non sono motivati, e dopo un po', vedendo che "la virtù non viene premiata e il vizio non viene punito, uno smette di dannarsi l'anima e fa quel che deve fare, niente di più"

Il Redattore Sociale pubblica una lettera aperta di alcuni italiani che operano nella Striscia di Gaza: "Basta far finta di non vedere, basta coi giornalisti che scrivono da casa. Nell'area già 950 bombardamenti". Sono sette le associazioni italiane che operano sul territorio e coinvolgono una decina di cooperanti. Si tratta di Terre des Hommes Italia, Ciss, Acs EducaAid, Oxfam Italia, Gvc, Vento di Terra

Archivio-storico 300