NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

Visualizza articoli per autore: Alessandro Giuliani

Una piccola folla di contestatori ha accolto il premier che si accingeva a partecipare all'incontro con gli studenti dell'Istituto comprensivo statale Caloprese: c’erano ex dipendenti Ata con al collo dei cartelli con la scritta "Grazie alla spending review dal 31 marzo io e la mia famiglia non avremo un futuro". E anche delle mamme indignate per le condizioni in cui sono ridotti gli istituti calabresi.

Il sindacato chiama i lavoratori ad incrociare le braccia per respingere la politica del Ministro Giannini: no alla valutazione delle scuola e ai test Invalsi, al mantenimento dell’offerta formativa sotto i 10 anni, agli stipendi dal 1995 sempre sotto l'inflazione. Il leader Stefano d’Errico teme sempre che possa essere eliminato il valore legale del titolo di studio e trasformare le scuole in fondazioni, per farle gestire da CdA presieduti dal 'dirigente'. Servono, invece, un contratto specifico per tutta la scuola fuori dall'area del pubblico impiego e l'istituzione di un Consiglio Superiore della Docenza.

Ha chiesto al premier Renzi e agli organi competenti di far approvare un provvedimento d’urgenza nel prossimo Consiglio dei Ministri: in attesa del rifacimento del concorso, consentirebbe di mantenere in servizio fino alla fine dell’anno scolastico i 112 dirigenti vincitori della procedure toscana defenestrati dal Consiglio di Stato.

L’insegnante si sarebbe messa in mezzo tra due ragazzine, per impedire che una facesse del male all'altra. Risultato: i genitori di un’allieva l'hanno denunciata per maltrattamenti.

A questa conclusione sono giunti gli autori di uno studio condotto tra 25 mila bambini delle elementari di Rio de Janeiro: l'appoggio delle famiglie agli alunni sarebbe così importante da superare persino le barriere socio-economiche. Anche per il premio Nobel per l'Economia James Heckman le abilità socio-affettive indotte al bambino - come autorevolezza, ottimismo e perseveranza – incidono sulla sua formazione.

Previsti due giorni di sit-in davanti a Montecitorio, il 25 e 26 marzo, e un terzo, giovedì 27, al Miur. Sempre il 27 si svolgerà anche, a Prato, una manifestazione regionale, mentre nei giorni successivi proseguiranno iniziative regionali e nazionali. L’obiettivo è sensibilizzare il Governo a trovare i 450 milioni di copertura necessari a risolvere la grana. Sostegno dei Cobas: basta accanimenti, è solo una questione di volontà politica.

Ad organizzare l’iniziativa i dirigenti scolastici della Toscana, dove 112 sedi scolastiche rimangono in bilico: il provvedimento scongiurerebbe che a distanza di anni si proceda all'annullamento della procedura, a seguito dell'intervento della magistratura amministrativa che danneggia dipendenti pubblici incolpevoli. Hanno l’appoggio di Anp, Cisl Scuola, Flc-Cgil e Uil Scuola.

Parole forti del card. Angelo Bagnasco, in apertura del Consiglio Cei: abbiamo diritto ad una scuola non ideologica e supina alle mode culturali imposte. Viene da chiederci con amarezza se si vuol fare della scuola dei 'campi di rieducazione', di 'indottrinamento'. Ma i genitori hanno ancora il diritto di educare i propri figli oppure sono stati esautorati? Non si facciano intimidire. Di questo tema si parlerà il 10 maggio in piazza San Pietro con il Papa.

L’ex Ministro: lo avevo ricordato durante il mio incarico ministeriale e ha fatto bene Giannini a ribadirlo. Non è possibile che il Miur sia costretto ogni anno a richiamare le scuole a comportamenti rispettosi della norma e a non gabellare per obbligatori contributi invece volontari, anche se giustificati come necessari per sostenere le spese di funzionamento delle scuole, compreso l'acquisto della carta igienica.

Girati con gli smartphone, sono arrivati anche ai cellulari di alcuni genitori. Che non ci hanno pensato due volte ad avvisare la polizia postale. Sono preoccupati per i figli: potrebbero rischiare una incriminazione per detenzione e scambio di materiale pornografico. Indagini in corso. Intanto tra gli studenti scoppiano due mega risse.

Archivio-storico 300